Impianto Water Mist: provato e testato con successo in un magazzino di cereali.

Un sistema antincendio water mist utilizza come agente estinguente una finissima nebbia d’acqua. Le micro-goccioline permettono il controllo, la soppressione e l’estinzione delle fiamme  grazie a tre meccanismi:

  • Raffreddamento delle fiamme e dei gas presenti tramite evaporazione
  • Inertizzazione dell’ossigeno tramite evaporazione
  • Attenuazione del calore radiante

L’efficacia del sistema antincendio water mist dipende da alcune caratteristiche proprie dell’impianto, come ad esempio la distribuzione delle dimensioni delle gocce, la densità di scarica e la dinamica di funzionamento in relazione ai diversi scenari di incendio nei quali assumono fondamentale importanza fattori quali la protezione del combustibile, la dimensione delle fiamme e le condizioni di ventilazione.

Due anni fa, una fabbrica inglese ha installato un sistema water-mist a bassa pressione all’interno del magazzino, in questo arco di tempo il sistema ha scongiurato con successo un disastro non una ma ben due volte, scrive Andy Cooke – Direttore tecnico presso l’azienda di soluzioni antincendio Xcell Misting Ltd (http://www.xcellmisting.co.uk).
La Westland Orticoltura stava cercando di proteggere un edificio contenente elevate quantità di materiale organico e biologico, fortemente a rischio di combustione spontanea, oltre al normale rischio incendio legato al carico e scarico dei mezzi, ad incendi dolosi, guasti ai componenti o surriscaldamento degli impianti.
La committenza era già a conoscenza della tecnologia water-mist – nebbia d’acqua -, avendo installato nel 2010 un sistema ad alta pressione nella sua fabbrica principale come alternativa ad una sistema classico di irrigazione; un altro sistema HPWM (high pressure water mist) è stato installato nella zona containers l’anno successivo.

Queste soluzioni, approvate da parte dell’assicuratore, erano state preferite in quanto l’acqua nebulizzata utilizza tubi più piccoli e richiede tempistiche e quantità di lavoro ridotte.
Il sito per il sistema in oggetto dell’articolo è stato un impianto di lavorazione e miscelazione di fibra di legno.

Un incendio si era già verificato in precedenza nella stessa zona e, in quella occasione, il direttore tecnico ha avuto la fortuna di ricevere una chiamata da un vicino di casa che lo informava che vi era del fumo proveniente da uno dei suoi magazzini.

Al suo arrivo presso il sito ha usato una manichetta per spegnere il principio d’incendio fino all’arrivo dei vigili del fuoco, salvando in tal modo la costruzione e i macchinari che essa conteneva.
La perdita del fabbricato e degli impianti annessi avrebbe potuto causare all’azienda danni ingenti, e avrebbe permesso ai suoi concorrenti di guadagnare quote di mercato più alte.
Il sito presenta una serie di sfide. In primo luogo, un fattore di cui tenere conto è la dimensione della zona da proteggere: un edificio di 12 metri di larghezza, 60 metri di lunghezza e 14 metri di altezza.

In secondo luogo, lo spazio libero all’interno dell’edificio è molto limitato per cui la soluzione doveva avere un ingombro molto ridotto, sia per quanto riguarda sistema di pompaggio, che per il serbatoio antincendio.
Lavorando a stretto contatto con il produttore del sistema, Xcell Misting ha sviluppato un sistema ad acqua nebulizzata automatico a bassa pressione per la protezione dell’intero impianto dell’ area di stoccaggio e di produzione.
La soluzione è arrivata sotto forma del Sistema di soppressione “Diluvio”, che è stato specificamente progettato per la protezione di magazzini di stoccaggio industriali.

E ‘stato con successo su larga scala, testato in conformità con diversi standard, ed approvato per la protezione di ambienti chiusi, semi-chiusi e aperti, oltre che per magazzini di polveri, carbone, legna e pellet di legno pulito.
Il sito è stato suddiviso in sei zone potendo operare simultaneamente in 203 lpm per zona, e una pressione minima di 4 bar a tutti gli ugelli.
Ogni zona ha un tubo di alimentazione che corre lungo il lato lungo della struttura.

Alla posizione della zona da proteggere, si piega a 90 ° fino al punto centrale del soffitto e poi si divide in due a 90 ° per alimentare due ugelli su ogni lato. La distanza tra gli ugelli sui due tubi paralleli è ridotta.

I risultati della configurazione danno una distribuzione uniforme dell’acqua nebulizzata, senza alcun aumento del costo per raccordi e lavori; utilizza anche diametri maggiorati dei fori dell’ugello per ridurre la possibilità di intasamento.
Poiché il layout permette l’alimentazione simultanea di acqua per tre zone delle sei installate, sono impiegate pompe più piccole; inoltre il volume di acqua immagazzinata è ridotto (22.000 litri); e, in caso di incendio, l’intera zona può essere utilizzata insieme alle due zone contigue nel caso il fuoco cercasse di diffondersi.

Il sistema, che è stato certificato dopo due test di scarico completo, ha provveduto a spegnere un principio di incendio con successo, non una ma due volte nel giro di pochi mesi dalla sua installazione.
Il primo incendio è stato causato da un cuscinetto surriscaldato, che ha fatto cadere del materiale incandescente su un accumulo di elementi organici. La seconda volta, il sistema di scarico di un veicolo ha incendiato il materiale sottostante.

In entrambi i casi, le fiamme sono state rilevate e spente in una fase iniziale, senza alcun intervento richiesto ai vigili del fuoco.
È interessante notare che entrambi questi scenari di incendio erano stati discussi in riunioni di pianificazione a cui avevano partecipato gli operatori del sito. Il loro contributo è stato fondamentale per il successo dell’attuazione perché sapevano dove il fuoco poteva attecchire e come la loro attività poteva integrarsi con il sistema di soppressione.
Il disegno finito è ora un set-up standard ed è stato appena replicato in un altro impianto per Westland orticoltura, questa volta in una zona da 216 mc, con un pieno di scarico one-shot in caso di incendio. La società ora crede al 100% nelle tecnologie water-mist.

Un pensiero riguardo “Impianto Water Mist: provato e testato con successo in un magazzino di cereali.

I commenti sono chiusi