Incendio di Capodanno a Liverpool: oltre 1600 auto distrutte. La sicurezza delle autorimesse multipiano.

I vigili del fuoco di Liverpool non hanno avuto il tempo di festeggiare il nuovo anno, poiché nel pomeriggio del 31 dicembre un incendio è scoppiato nell’autorimessa antistante la Echo Arena di Liverpool.
Oltre 1600 le auto coinvolte nell’incendio, un vero inferno. 
Il Liverpool International Horse Show – che si teneva nella Echo Arena –  è stato annullato mentre i vigili del fuoco per ore hanno lottato per avere ragione sulle fiamme. 

La polizia ha dichiarato che le prime ipotesi sono quelle di un innesco generatosi all’interno di uno dei veicoli parcheggiati. Tutti i veicoli presenti nell’autorimessa sono andati completamente distrutti, per la gioia delle compagnie assicurative. Non risultano feriti.

Sul posto sono intervenute 12 autopompe e 2 elicotteri, per un totale di quasi 100 uomini, che al momento sono alle prese con l’opera di bonifica per l’estinzione degli ultimi focolai.

L’incendio è partito dal terzo piano per poi diffondersi ai restanti livelli – l’autorimessa conta in totale sette piani.

Non si hanno ancora certezze sul numero preciso di veicoli coinvolti né sulla causa precisa.  Circa 4000 persone che assistevano allo spettacolo sono rimaste bloccate nell’arena.

Informazioni importanti sarebbero arrivate dalle telecamere a circuito chiuso, i cui filmati mostrerebbero il principio d’incendio in una Land Rover parcheggiata proprio al terzo piano.

Le prime squadre sono state allertate alle 16:42 ed erano sul posto dopo soli 8 minuti. L’area è stata immediatamente evacuata così come i due edifici adiacenti al parcheggio multipiano.

Osservando le immagini, i video e leggendo i primi articoli, sono molte le perplessità non solo in termini di resistenza attiva ma anche e soprattutto in termini di resistenza passiva, poiché le fiamme rapidamente coinvolgono i sette livelli senza alcuna difficoltà.

La normativa per la progettazione di autorimesse dovrebbe essere particolarmente rigida in merito, proprio per l’elevato carico d’incendio presente. La situazione, come si è visto a Liverpool, può degenerare velocemente e diventare incontrollabile. Anche con 100 pompieri sul posto, ad incendio generalizzato, ci si può limitare a proteggere gli edifici adiacenti o al massimo la capacità portante della struttura: il contenuto è inesorabilmente perso.

Che un’auto possa prendere fuoco in un’autorimessa da 1600 veicoli è molto probabile. Che questo evento possa innescare una reazione a catena così distruttiva fa drizzare le orecchie a chiunque si sia occupato di antincendio.

Per approfondire la normativa antincendio italiana sulle autorimesse potete cliccare qui.