La progettazione delle strutture di acciaio in caso di incendio secondo i criteri definiti nella parte 1-2 dell’Eurocodice 3 (UNI EN 1993-1-2) e nella relativa Appendice Nazionale (UNI EN 1993-1-2 NA)

Nell’aprile 2013, con la pubblicazione del D. M. Infrastrutture e Trasporti 31 luglio 2012 (GU n. 73 del 27 marzo 2013), sono entrate in vigore le Appendici Nazionali Italiane che contengono la definizione, a livello nazionale, di parametri previsti dagli Eurocodici (Nationally Determined Parameters, NDP).

Nel presente articolo sono richiamati i principali aspetti della norma UNI EN 1993-1-2 (2005), “Eurocodice 3: Progettazione delle strutture di acciaio. Parte 1-2: Regole generali – Progettazione strutturale contro l’incendio”, con particolare riferimento ai relativi parametri definiti a livello nazionale, citati in premessa.

La norma UNI EN 1993-1-2 si riferisce alla progettazione di strutture di acciaio nella situazione eccezionale di esposizione all’incendio.

La norma si applica ai seguenti casi:

  • elementi strutturali costituiti da acciaio dei tipi da S235 a S460;
  • elementi strutturali formati a freddo, regolati dalla norma EN 1993-1-3;
  • modelli di materiale per i cinque acciai inossidabili più comuni (Appendice C di EN 1993-1-2);
  • analisi termica sia per elementi interni che per elementi esterni non protetti.

Nel seguito i NDP, definiti nell’ambito della normativa italiana vigente, sono riportati all’interno della trattazione degli argomenti specifici.

L’articolo è disponibile al seguente link: 25 – commento al NAD UNI EN 1993-1-2 v2