La Protezione Civile in Italia: online il testo per le scuole

E’ stato pubblicato online, sul sito della Protezione Civile il testo istituzionale di riferimento per i docenti scolastici.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle iniziative volte alla formazione di base in materia di Protezione Civile, come previsto dalla Legge n.92/2019 sull’introduzione dell’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole.

Nella prima prefazione, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ribadisce l’importanza di una maggiore consapevolezza tra i cittadini

Nella mia azione di Governo, ho maturato la consapevolezza di quanto sia importante e indispensabile promuovere tra i cittadini la diffusione della conoscenza dei rischi e dei modi per ridurne l’impatto. ln questo quadro si inserisce un’iniziativa, curata dal Ministero dell’Istruzione e dal Dipartimento della Protezione Civile, che consiste nel coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado in un articolato e modulare programma di educazione ai comportamenti necessari per convivere nella massima sicurezza possibile con i rischi presenti sui diversi territori del Paese”.

La seconda prefazione è curata dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina:

I contenuti del testo coprono un ampio ventaglio di tematiche, da quelle storiche a quelle scientifiche, da quelle sociali a quelle normative. Tutti i docenti potranno trovare, tra i tanti aspetti trattati, argomenti e sensibilità affini al proprio modo di fare didattica, ai contenuti dei propri insegnamenti, alle caratteristiche del settore scolastico e del territorio in cui operano e agli interessi dei propri studenti. Il volume offre inoltre una serie di immagini, foto, tabelle, link e riferimenti bibliografici a cui attingere per arricchire la propria offerta formativa e per permettere approfondimenti su elementi di specifico interesse. Ulteriori contenuti verranno ad aggiungersi nel tempo attraverso una serie di Dossier collegati a questo testo; il primo non può che essere dedicato alla attuale emergenza Covid-19.”

L’introduzione è invece curata dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli:

La crescente esigenza di consapevolezza sui rischi di protezione civile da parte dei cittadini, a iniziare dai giovani, e la necessità di promuovere scelte di prevenzione e comportamenti di autoprotezione, che riducano i rischi e aumentino la resilienza delle comunità, sono tra le principali motivazioni di questo testo”.

Gli argomenti sono vari e molto puntuali. Si parte dalla definizione di Protezione Civile e da un excursus sui principali rischi presenti sul territorio italiano.

Un’analisi storica di eventi e normative introduce i docenti nel percorso che ha portato all’attuale sistema di protezione civile.

Molto accurato il capitolo dedicato ai rischi di protezione civile, con dettagliate definizioni di pericolosità, esposizione, vulnerabilità, rischio, prevedibilità e previsioni.

Infine, viene rappresentato il rapporto con l’Europa e l’operatività del comparto sul territorio nazionale.

Ci auguriamo che questo sia l’inizio di una reale innovazione del mondo del soccorso pubblico e della difesa civile, con un maggiore coinvolgimento dei cittadini, a partire dalle fasce di età più basse, maggiormente disponibili al cambiamento.