La squadra S.P.E.S. del Parco Industriale SOLVAY di Rosignano

di Christian Falorni

L’impianto

La Sicurezza è stata da sempre un obiettivo primario per la società Solvay Chimica. Le sostanze prodotte nell’ambito della chimica di base presentano dei requisiti non trascurabili in termini di rischi e pericolosità. Pertanto, fin dalla nascita dello Stabilimento di Rosignano (1912) fu ritenuto opportuno dotarsi di una squadra d’intervento interna, oggi denominata S.P.E.S..

Nel parco industriale di Rosignano sono presenti insieme a SOLVAY altre Società proprietarie dei diversi impianti. Elenchiamo le principali:

  • INEOS, per la produzione di polietilene ad alta densità: a tale scopo, la società utilizza un pontile marittimo lungo un miglio nautico, dedicato all’attracco dei natanti e allo scarico di etilene dalle navi gasiere, insieme a un deposito di stoccaggio di etilene criogenico;
  • INOVYN (Gruppo INEOS), presente con impianti di Elettrolisi Cloro-Soda (produzione di cloro, soda caustica, acido cloridrico, ipoclorito di sodio) e Clorometani;
  • ENGIE, che si occupa della gestione di impianti di cogenerazione rivolti alla produzione di energia elettrica e vapore.

Il Sistema di Prevenzione, Ecologia e Sicurezza

La S.P.E.S. (acronimo di Sistema Prevenzione, Ecologia e Sicurezza) è formata da personale presente H24 sui tre turni del ciclo continuo e garantisce il tempestivo intervento in caso di incendi e fughe gas, emergenze mediche, ambientali ed allagamenti, all’interno del Parco Industriale e nei terreni di proprietà dell’azienda, esterni al perimetro dell’impianto.

L’organico è composto da circa 30 persone distribuite nei vari turni, ognuno dei quali vede la presenza di un Capo Squadra, sempre presente  e rintracciabile dal centro di risposta allarmi a mezzo di radio VHF e telefoni cellulari a sicurezza intrinseca, normalmente si occupa delle verifiche di legge delle attrezzature antincendio presenti in azienda e delle varie necessità formative del personale.

Ci sono poi altri tre operatori antincendio per ogni turno, che sono distribuiti nei diversi impianti e che all’occorrenza, sono organizzati per raggiungere il centro allarme e prendere parte alle attività richieste, dotandosi ogni volta dei DPI adeguati, sotto la supervisione del proprio Capo Squadra, che ne coordina le operazioni (siano esse emergenze o simulazioni di emergenza).

La formazione

Tutto il personale S.P.E.S. è in possesso dell’attestato di “Addetto Antincendio per Aziende ad Alto Rischio”, ed ha ricevuto un addestramento teorico e pratico di livello superiore presso la A.P.T. di Pavia, azienda leader in questo tipo di attività formative. Il servizio S.P.E.S. ha inoltre ricevuto la delega da parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, per effettuare la docenza al personale, necessaria al fine di superare l’esame per addetti alle emergenze in aziende a rischio elevato.

S.P.E.S. collabora con un’agenzia formativa esterna per il rilascio di attestati antincendio per aziende a medio e basso rischio. I Capi Squadra hanno ulteriormente arricchito le proprie professionalità, partecipando a corsi inerenti il

coordinamento delle operazioni di emergenza, oltre a moduli didattici specifici per affrontare gli incendi al chiuso e conseguendo l’attestato di istruttore antincendio.

 

Settimanalmente vengono eseguite all’interno del Parco Industriale di Rosignano varie esercitazioni di emergenza (per un totale di circa 70 esercitazioni/anno): esse sono rivolte principalmente a simulare tutti i “top event” citati nel Rapporto di Sicurezza previsto dalle normative in vigore, in materia di rischi di incidenti rilevanti. A seguito di ogni esercitazione viene svolta una riunione di debriefing, rivolta sia a verificare la corretta applicazione delle procedure, che a segnalare eventuali azioni di miglioramento per sopperire alle varie anomalie riscontrate.

 

Ogni domenica, il personale della S.P.E.S. si riunisce per proseguire la formazione e l’addestramento: ciò allo scopo di mantenere il giusto affiatamento del team ed il mantenimento dei concetti e delle pratiche acquisite.
Il personale della S.P.E.S. si occupa non solo della gestione delle emergenze, ma svolge anche un importante lavoro di prevenzione, manutenzione delle attrezzature e formazione sia del personale addetto che di quello degli impianti (inclusi quelli delle altre Società).  Ciò riveste un aspetto di primaria importanza, in quanto la tempestività del primo intervento è ritenuta fondamentale per ogni tipo di evento e problematica che possa scaturire nell’ambito di questa tipologia di attività industriali.

Area per l’Addestramento Antincendio

All’interno dell’area addestramento vengono eseguite annualmente oltre 50 esercitazioni a fuoco, con addestramento del personale all’uso dei vari tipi di estintori presenti e dei sistemi idrici disponibili.

Ciò avviene all’interno di una vasta area attrezzata denominata Area Addestramento Antincendio (vedi foto) all’interno della quale sono presenti vasche di varie dimensioni, che all’uso sono riempite con combustibile (solitamente acetone), incendiato ed estinguibile con i vari dispositivi presenti.

Nell’Area Addestramento è presente anche un’aula di formazione climatizzata ed attrezzata, con la possibilità di visualizzare i contributi video necessari ad una formazione puntuale sui vari argomenti. Sempre all’interno dell’Area è stata attrezzata una vera e propria camera a fumo con percorsi modificabili, che all’occorrenza viene inondata di fumo atossico per consentire lo svolgimento di prove pratiche che prevedono l’utilizzo dell’autorespiratore.

Da ultimo, sono presenti delle strutture fisse per l’addestramento al recupero di feriti in spazi confinati (rif. DLgs 81/08 – DPR 177/11) ed è in programma un ulteriore miglioramento della dotazione con nuove infrastrutture di addestramento.

Servizi delle squadre S.P.E.S. all’esterno dell’impianto

L’intervento delle squadre S.P.E.S. può essere richiesto anche dagli stessi Vigili del Fuoco, in caso di eventi rilevanti sul territorio ed inoltre può essere attivata per il S.E.T. (Servizio Emergenza Trasporti): a tale scopo un’apposita dotazione di attrezzature specifiche è utilizzata per rispondere al protocollo di FEDERCHIMICA a cui SOLVAY aderisce, fornendo un supporto operativo in caso di sversamento di prodotti chimici pericolosi fabbricati da SOLVAY all’esterno e sulla viabilità principale, se richiesto dalle autorità preposte, al Centro di Risposta Nazionale.

 

Autorimessa e mezzi antincendio

Il Centro Allarme e il parco automezzi sono posti in posizione strategica, per garantire tempi di reazione adeguati per  tutti gli impianti presenti  nella vasta area del Parco Industriale di Rosignano.

Le squadre antincendio hanno a disposizione i seguenti mezzi:

  • ABP RENAULT MIDLUM Rosenfire con 4000lt H2O/1500lt schiuma Sabo Plurex-m
  • AP FIAT  130 NC   4800lt schiuma Sabo Plurex-m + impianto 750kg polvere BC
  • IVECO TURBOZETA   2 impianti da 750kg polvere BC + 2X27 kg CO2
  • IVECO TURBO 80-17 Baribbi ABP 4X4 3000lt H20Nissan NAVARA CSq con materiale per emergenze mediche ed Autoprotettori

Rete idrica antincendio

La rete antincendio è senz’altro uno dei punti forti del sistema antincendio: essa può contare su 2 laghetti dedicati e tre sale pompaggio, per una portata totale di 3000 mc/h a 9 bar di pressione e oltre  100 idranti a colonna, corredati dei relativi presidi antincendio, dislocati su un anello di svariati chilometri di tubazioni, che riforniscono di acqua antincendio tutti gli impianti produttivi. A complemento di questo, gli impianti con maggior carico di rischio sono dotati di una propria rete di sistemi manuali ed automatici, per l’abbattimento di eventuali fughe di sostanze pericolose e raffreddamento o produzione di schiuma in caso di incendio.